A Scuola di… Innovazione con Scacchi e Coding

Innovazione è la parola chiave del percorso intrapreso dalla nostra Scuola anche quest’anno scolastico, sulla scia di quello già trascorso, verso il miglioramento della qualità dell’offerta formativa, ponendo al centro l’alunno con i suoi bisogni formativi.

Proprio nell’ottica del miglioramento e dell’innovazione va letta l’esperienza vissuta dagli alunni delle classi  terze, quarte e quinte del nostro Circolo che hanno seguito con grande interesse e partecipazione le attività di Scacchi e di Coding organizzate per allenare la mente e la logica, ma anche per migliorare le relazioni sociali.

Fin dall’inizio dell’anno i ragazzi sono stati protagonisti del Progetto Scacchi a Scuola in collaborazione con la Federazione Scacchistica Italiana ed il maestro Pasquale De Guglielmo. In particolare, si sono cimentati nell’approfondimento del regolamento e delle tecniche di gioco – dopo averne appreso le basi lo scorso anno scolastico – per poi sfidarsi prima in tornei di classe e di interclasse, poi in tornei provinciali, fra diverse scuole del territorio, fino a qualificarsi tra i primi dieci posti al Torneo Regionale di Scacchi, riuscendo a portare a casa alcune medaglie.                                                                                                                                                                      (Continua…Clicca sul titolo!)

La pratica scacchistica, oltre alla naturale stimolazione delle competenze logiche, porta all’affinamento dell’intuizione e delle capacità gestionali di situazioni problematiche, che produce l’accettazione dei propri limiti e degli eventuali insuccessi da un lato, ed il consolidamento dell’esercizio della pazienza e della correttezza dall’altro, tramite il gioco, il rispetto delle regole e dell’avversario. E’ stato dimostrato, infatti, che l’utilizzo degli scacchi a scuola può essere un valido supporto per lo sviluppo delle competenze matematiche, poichè richiede il saper riconoscere e formulare problemi matematici in situazioni varie, ma favorisce anche l’interazione con gli altri, ponendo i ragazzi di fronte alla necessità di tener conto del punto di vista altrui, superando così il loro naturale egocentrismo ed aprendosi ad un confronto positivo con gli altri.

Gli alunni della 4^A di Via Scandone si sono distinti nei vari tornei di scacchi scolastici, tanto che due di essi, Salvatore Genovese e Vittorio Giorgetto, si sono classificati tra i primi posti al Torneo Regionale tenutosi a Solofra lo scorso marzo.

“Siamo riusciti nell’impresa di arrivare al Torneo Regionale, purtroppo a Solofra si è fermata la nostra gara, ma… ci siamo divertiti un mondo!” hanno affermato i ragazzi con un sorriso radioso e con gli occhi ridenti. Vivere la sfida, sentire l’adrenalina, ricorrere alla tattica, programmare le mosse giuste per spiazzare l’avversario… tutto ciò brilla ancora nei loro occhi ridenti!

La rivalsa è giunta, però, al Torneo che si è tenuto a Montella la scorsa settimana, quando l’alunno del nostro Circolo Genovese Salvatore della classe 4^ A ha ottenuto il titolo di campione provinciale di scacchi Under 10.

Un’altra attività innovativa è legata al Coding, con il quale la nostra Scuola apre le porte al pensiero computazionale, in conformità con le indicazioni contenute nel Piano Nazionale Scuola Digitale. Tutto il Circolo, fin dall’inizio dell’anno scolastico, ha voluto coinvolgere gli alunni in attività di Coding sia on line sia unplugged, a partire dall’Open Day tenutosi in autunno. Riuscire a programmare una sequenza logica di comandi è l’obiettivo del Programma Scratch: attraverso l’uso di dispositivi come computer e tablet i ragazzi e le ragazze si sono divertiti a programmare i movimenti dei loro sprite su una tela durante l’anno scolastico.

In particolare, sotto la sapiente guida della prof.ssa Marinella Arnone del Progetto “Coding e Dintorni” e di quella paziente dell’Animatore Digitale Vincenza Rinaldi, gli alunni delle classi quarte di Via Scandone hanno anche utilizzato altri strumenti in modalità unplugged per progettare e realizzare disegni, seguendo le regole del linguaggio binario utilizzato dai computer, come i Pyssla, piccoli componenti colorati che rappresentano i pixel, con i quali hanno realizzato splendidi disegni, ricavandone poi le istruzioni in codice. Hanno, inoltre, imparato ad accendere un led con una batteria collegata ad un filo di rame ricoperto di gomma, un po’ di plastilina e dei “coccodrilli” legati al filo di rame. Infine, si sono avvicinati alla robotica educativa imparando a programmare i piccoli robot Bee-Bot e Doc.

“Per noi l’esperienza del Coding è stata molto bella ed emozionante. Ci ha insegnato ad accendere un led, un dispositivo che converte l’energia elettrica in luce, attraverso il passaggio della corrente elettrica. Abbiamo imparato a creare personaggi con i pixel al computer o sui tablet. Ci siamo divertiti un mondo affrontando nuovi ed interessanti argomenti e, alla fine del percorso svolto in orario extracurricolare, ci siamo talmente appassionati al Coding che abbiamo deciso di continuare le attività anche durante le lezioni curricolari di matematica” hanno affermato entusiasti i ragazzi e le ragazze della 4^ A del Plesso di Via Scandone.

Grande successo, quindi, dell’iniziativa tra i piccoli allievi che stimola tutti a proseguire il prossimo anno nella direzione intrapresa con un sempre maggiore coinvolgimento della comunità scolastica, come già avvenuto in precedenza in varie occasioni come la partecipazione massiva in autunno al “Code Week EU 2016”, per la quale il Quinto Circolo “G. Palatucci” ha ricevuto l’attestazione di merito.

(Visited 118 times, 1 visits today)